logo-cashflow



home

funzionalità

prezzi

supporto

accedi

registrati

Italia, Allarme Tasse e Flussi di Cassa

Lo rileva la Banca Mondiale ‘per le imprese italiane serve massima attenzione ai flussi di cassa‘.
La pressione fiscale a cui sono sottoposte le aziende italiane è elevatissima, non è una novità, ma i dati che emergono dal rapporto ‘Paying Taxes 2020’ della Banca Mondiale sono davvero scoraggianti per gli imprenditori del Belpaese.

In Italia il carico fiscale complessivo per le imprese è pari al 59,1% dei profitti commerciali.
A questi si aggiungono i costi della burocrazia causati da una media di 238 ore necessarie per gli adempimenti fiscali.

Flussi di cassa

 

Questa situazione è particolarmente grave per gli imprenditori che, non sapendo come rendere sostenibili le proprie aziende, si affidano esclusivamente alla propria capacità previsionale incrociando le dita.

In un contesto economico e fiscale così turbolento, però, la speranza di “tirare avanti” non basta.
Il rischio di cadere al primo scossone è alto ed occorre pianificare con attenzione le proprie mosse per garantire un futuro sereno all’impresa.

 

I flussi di cassa e l’importanza di monitorarli

In questo senso, particolarmente cruciale diventa la gestione della liquidità.
Liquidità ovvero valutazione dei flussi di cassa in entrata e in uscita (in inglese cashflow) che l’azienda prevede di realizzare nel corso del tempo.
Sapere se alla fine di un determinato periodo rimangono più liquidi rispetto all’intervallo precedente, infatti, permette di:

  • valutare e realizzare nuovi investimenti (nuovo personale, nuove tecnologie, nuovi progetti, ecc.);
  • programmare il pagamento dei debiti (affitti, mutui, finanziamenti, tasse, insoluti con fornitori, ecc.);
  • affrontare con più serenità gli imprevisti (clienti che non pagano, trattative che non si concludono, ecc.).

Calcolare il flusso di cassa non è un’operazione immediata, ma esistono software sviluppati proprio con questo scopo.
Cashflow.it, ad esempio, è una soluzione a basso costo che consente di controllare i movimenti finanziari e pianificare le spese aziendali in modo semplice e intuitivo.

L'importanza dei flussi di cassa

 

Perché le imprese dovrebbero concentrarsi sui flussi di cassa e non soltanto sui profitti?

I flussi di cassa sono un indicatore fondamentale per ogni azienda. Se il suo valore è positivo, consente di pianificare in modo consapevole la crescita dell’impresa; se è negativo, invece, permette di rilevare criticità e porre tempestivo rimedio.

Un cash flow negativo, infatti, indica che la liquidità aziendale si sta deteriorando e che potrebbe non esserci capitale in caso di bisogno.
Se questa situazione permane nel tempo, il rischio di andare incontro a una crisi è dietro l’angolo.

Non basta considerare il profitto per sapere se un’impresa è in salute o meno: guadagni e spese, infatti, fotografano un solo istante della situazione finanziaria, senza permettere di fare previsioni su cosa attendersi in futuro.
Per esaminare la sostenibilità del proprio business gli imprenditori di oggi devono saper monitorare tutti i parametri che incidono sui conti aziendali.
Seguono i parametri principali:

  • il trend delle vendite;
  • la situazione delle giacenze in magazzino;
  • l’affidabilità dei creditori;
  • l’evoluzione dei costi fissi;
  • l’andamento degli investimenti effettuati.

Trend di vendite

 

 

 

 

 

Soltanto un quadro completo di queste informazioni consente di estrapolare il flusso di cassa atteso.
Sarà così possibile fare valutazioni sulle prospettive d’impresa sul medio e lungo termine.

Tenere sotto controllo tutti questi elementi non è facile. Specialmente in Italia la tassazione è a livelli record e le norme burocratiche e fiscali possono complicare (e non poco) il calcolo dei flussi di cassa.
Fortunatamente sul mercato esistono soluzioni che consentono alle aziende di effettuare questa operazione con il minimo sforzo, in modo automatico.

 

L’app per monitorare le tasse

Tra queste, come abbiamo già accennato all’inizio, Cashflow.it è sicuramente una delle opzioni più interessanti per l’immediatezza e la semplicità di utilizzo, oltre a essere configurata specificamente per il mercato italiano.
Il software mette a disposizione una demo gratuita di 30 giorni al termine della quale è possibile scegliere piani di abbonamento su misura per le esigenze dell’impresa a costi decisamente contenuti e accessibili.

12 Aprile 2021

Ultimi articoli

Ti potrebbero interessare anche questi articoli: